COMPLESSO RESIDENZIALE

recupero e riqualificazione urbanistica ed ambientale

Committente

Società immobiliare

Luogo

San Giuliano Terme, Pisa

Anno

2009 - in corso

Collaboratori

Michele Bongianni, Francesco Pallavicini, Fabio Tribuzio, Barbara Pannilunghi

La Villa di Agnano o Villa Tadini Buononsegni fu fatta costruire da Lorenzo il Magnifico dopo il 1486 come casino di caccia e luogo per incontri eruditi, in una posizione strategica sia perché posta ai piedi del Monte Pisano, sia per l'amenità e la ricchezza di vegetazione e di acque, che la rendevano un luogo ideale per la villeggiatura e la caccia. Passò poi a suo figlio Piero. Nei dintorni di questa villa, precisamente a sud ovest, nei vari anni si è venuto a formare un conglomerato di edifici di natura artigianale e residenziale. Questo insediamento è collegato alla villa poiché sono edifici nei quali vivevano e lavoravano gli artigiani a servizio dei proprietari della villa e dove essi stessi con la servitù abitavano. Nel recupero e riqualificazione dell’area abbiamo voluto caratterizzare l’insediamento con alcuni elementi particolari anche riprendendo caratteristiche delle costruzioni esistenti e abbiamo caratterizzato e uniformato il nuovo insediamento residenziale con l’inserimento di elementi ripetuti quali i porticati. I materiali previsti per questo nuovo   insediamento residenziale vogliono evidenziare la linearità 

dei segni delle composizioni architettoniche e la loro semplicità. 
L’area a comune pedonale è uno spazio dedito a favorire rapporti di interazione sociale. L’accesso a quest’area è possibile da due traverse ortogonali alla via pubblica. Gli acessi sono inoltre garantiti da aperture nell’antico muro di recinzione, tra cui quella già presente del cancello d’accesso. All’esterno del muro saranno previsti dei parcheggi di pertinenza. Le parti di recinzione demolite  saranno comunque sottolineate tramite segni a terra nella suddivisione del verde. Lo spazio adibito alle relazioni sociali prevede delle aree a verde con sedute, percorsi, aree di sosta. Il sistema del verde includerà prati con alberature. L’intervento di recupero prevederà l’utilizzo di vari materiali per differenziare le diverse tipologie di segni a  terra nel sistema del verde. Le sedute sono caratterizzate da un pietra serena bocciardata, mentre i percorsi sono evidenziati con un pietra serena rigata e delimitati da pietra serena fiammata; le zone riservate alla sosta, per lo più attigue alle sedute, sono costituite da doghe in legno. 

 

 

Mostra altro

© 2020  by  M A R I O B U O N A M I C I A R C H I T E T T U R A

P. IVA   0 1 5 2 0 4 9 0 5 0 7