COMPLESSO RESIDENZIALE

per finalità di tipo sanitario ed assistenziale

ad uso dell'Associazione AGBALT

Committente

AGBALT ONLUS - Associazione Genitori per la cura ed assistenza ai Bambini Affetti da Leucemia o Tumore

Luogo

San Giuliano Terme

Anno

2014

Collaboratore

Francesco Pallavicini

 

 

Si è voluto realizzare un progetto dotato di un ordine ed un istintivo orientamento all’interno di uno spazio articolato e dinamico, dentro e verso spazi aperti e di pertinenza.

È un sistema integrato composto per aggregazione di volumi puri e distinti,che, compositivamente, creano spazi interstiziali dotati di funzione propria. Un progetto che può essere visto quindi come un modello di un “villaggio”. Un  sistema  compositivo  che  racchiude una serie  di  spazi  o  di  “case”;  un complesso  residenziale  costituito  da più  costruzioni  ed  ognuna  delle  quali possiede la propria identità per quanto riguarda la funzione e la forma.

L’impianto planivolumetrico alla scala urbana è in grado di interagire con gli spazi pubblici aperti dell’immediato intorno in modo tale da integrarne i percorsi pedonali e il sistema del verde.

Il progetto quindi partendo dalla consapevolezza di valorizzazione organica degli spazi collettivi tende a ricostruire un’identità architettonica e funzionale in risposta alle esigenze di qualità, vivibilità e sicurezza.

Si prevede pertanto di valorizzare l’utilizzo degli spazi esterni con un progetto sostenibile non soltanto perché lavora con il verde ma soprattutto per la sua visione dinamica del luogo urbano e delle sue componenti sociali; l'obiettivo è di dare vita ad uno spazio dove sia possibile coniugare libertà di comportamento individuali e collettive, dando a tutti la possibilità di usufruire del luogo attraverso diversi modi di utilizzo.

Uno spazio di relazione che sia più che pubblico, un luogo rigenerante e ludico, uno spazio concepito sia per passeggiare ma anche disponibile ad usi e godimenti differenziati, ovvero uno spazio in cui operare un autentico scambio sociale.

Siamo partiti dalla definizione di un modulo di base formato dall’’aggregazione di 4 unità abitative formate da un camera matrimoniale di 14 mq un bagno di 4 mq e un disimpegno di 4 mq tali da rispettare i requisiti minimi di abitabilità previsti da Regolamento Edilizio vigente per una unità residenziale. Tale modulo di base viene ripetuto sui due livelli sovrapposti per formare un volume semplice e chiaro immediatamente riconoscibile; questi volumi sono ripetuti due volte per costituire un totale di 12 camere oltre ad una palestra di riabilitazione fisioterapica situata al piano terra di uno di questo volumi per un totale di circa 80 mq oltre ai servizi. Il terzo volume che si diversifica dagli altri per una protuberanza, risulta destinato a sala polifunzionale al piano terra e servizi ambulatoriali connessi alle attività mediche di supporto, al piano primo.

È il volume pertanto dedicato alle varie attività collaterali e complementari di tipo sia ricreativo che di assistenza medica di sostengo, al piano terra è direttamente collegato e filtrato all’esterno da un profondo portico; al primo piano sono dislocati 8 ambulatori oltre alla sala di aspetto ed ai servizi igienici differenziati per il pubblico e per il personale.

Mostra altro

© 2020  by  M A R I O B U O N A M I C I A R C H I T E T T U R A

P. IVA   0 1 5 2 0 4 9 0 5 0 7